01 MattiDelleGiuncaie web2

I Matti delle Giuncaie


Quattro Matti che nelle fredde sere d'inverno e nelle calde notti d'estate folleggiano a tutte corde per un viaggio intorno al mondo con chitarre e mandolino. Dal tango alla rumba, dal cancan alla suite, cantando a squarciagola iappappà! Accovacciatevi sulla spiaggia vicini alle giuncaie, ascoltate i matti e godete della vita! 
Lapo Marliani, Francesco Ceri, Andrea Gozzi e Mirko Rosi sono i suoni, i cori e le voci matte della band regina dell’Hard-Folk 
Maremmano. Tutti e quattro animatori di una patchanka che miscela·il rock, la musica gitana, il folk, quella cantautoriale ·al fine di ribadire il motto “divertirsi suonando”.

A febbraio 2018 verrà presentato il nuovo disco Live nelle principali città toscane e nazionali. 

Tra ottobre e novembre 2017 I Matti delle Giuncaie hanno suonato in sedici concerti tra Montreal, Quebec City e il resto del Quebec e in due date parigine che hanno aperto e chiuso questo fortunato tour oltre oceano di un mese.

Montreal, Quebec City, l'estremo est in Gaspésie e l'estremo nord a Ruan Norandà al confine con l'Ontario. E' la terza volta che I Matti delle Giuncaie vengono invitati a suonare per la francofonia d'oltreoceano e il consenso del pubblico è stato come sempre ampio, con teatri sold out e grande risultato mediatico con Tv e Radio ad intervistarli.

Grazie alla canadese Casa Nostra di Marco Calliari, all'italiana Associazione Aeffe e alla loro collaborazione pluriennale che da otto anni permette di realizzare uno scambio culturale nei rispettivi paesi, la band maremmana ha ricevuto grande consenso tra i promoter canadesi.

La loro energia italica arriva dritta al cuore di chi li ascolta sia che suonino una "Rumba Cinerina" (dall'album "Iappappà"- Eleri Production) o una hit  dell'album del momento "Noi non siamo stanchi"-VREC, come "Maremma Africa" o "Que Bel Quebec" brano quest'ultimo, nato proprio in Canada nel 2010 durante la prima esperienza di tour.

La tournée è stata finanziata anche dal Consolato Generale d'Italia e dall'Istituto Italiano di Cultura dove sia il console Marco Riccardo Rusconi sia il direttore dell'IIC Francesco D'Arelli non hanno rinunciato a vedere i quattro "matti" italiani all'opera, affidandosi a loro per portare un po' di calore nelle fredde lande dove si sono registrati per adesso i -10.

 

Tutti e quattro animatori di una patchanka che miscela·il rock, la musica gitana, il folk, quella cantautoriale ·al fine di ribadire il motto “divertirsi suonando”. Il gruppo viene alla luce con un primo “atto matto”: tre pezzi per la colonna sonora del DVD “Salviamoci” (Carta/Cantieri Sociali) dagli strani titoli: Canapone, Il Ballo delle Canapa e Sweet Canapa. Da quel momento in poi, I Matti delle Giuncaie hanno suonato in ogni tipo di struttura o luogo, anche in giro per il mondo con Marco Calliari in Quebec, a Parigi o a Berlino. Nel 2013 è uscito l'album Cignal Patchanka,, mentre nel 2016 Noi non siamo stanchi, secondo e ultimo disco della band maremmana.

 

 

VIDEOCLIP: 

MAREMMA AFRICA

 

NOI NON SIAMO STANCHI:

ASCOLTA QUI

 

RECENSIONI: 

ROCKIT

MUSICA361

 

DICONO DI NOI:

- ROCKIT:mandolino spiegato e folk zumpappà (o iappappà), immaginario da climi caldi e balli popolari, suoni e ritmi da sud Italia, Sudamerica, Caraibi. La festa in piazza può cominciare.

- MUSICA361:Amano far festa e divertirsi ed è davvero speciale e unica l’onda energetica che si crea con il pubblico che li segue.

STANDOUT-ZINE: “Ciò che sembra all’inizio musica popolare, dal sapore di sagra, si ispessisce poi  con arrangiamenti coraggiosi, in grado di creare l’immagine elettrizzante nella mente dell’ascoltatore

 

 

SCHEDA TECNICA:

SCARICALA QUI

 

 

CONTATTI:

Management e Booking: Aeffe - 3289594439 Daniela

Ufficio Stampa: Davvero Comunicazione

 

SOCIAL:

icona facebook 3

 

 

MATTI SITO